Pages Navigation Menu

Indipendenza!

BADIA POLESINE: SCOPERCHIANO I CAPANNONI PER NON PAGARE L’ICI

BADIA POLESINE: SCOPERCHIANO I CAPANNONI PER NON PAGARE L’ICI

capannoneNon è uno scherzo, d’accordo con le autorità comunali, la popolazione, gli imprenditori tutti coloro che non ne possono più di pagare uno stato criminale chiamato italia, hanno deciso di rendere inagibili le loro abitazioni e capannoni. A Badia Polesine è iniziata la protesta e la popolazione sta scoperchiando abitazioni e capannoni rendendoli inagibili e quindi non più tassabili.

Questa forma di autolesionismo è simile al suicidio di molti imprenditori. La morte annulla ogni debito e ti libera da uno stato arrogante e sanguisuga. La gente si uccide perche non ne può più di pagare, di essere perseguitata da uno stato italiano criminale o di vedersi offesi da finanziari ed ispettori di stato.

Badia Polesine un tempo terra di produzione industriale ed artigianale, adesso sta pagando il prezzo del privilegio che l’italia pretende. Come può una popolazione disoccupata, indebitata, senza più neppure il denaro per vivere con dignità, pagare le gabelle che uno stato infame come l’italia sta imponendo sulla popolazione?

Hai una casa? Lo stato italiano te la tassa.

Hai un conto in banca? Lo stato italiano te lo tassa.

Hai un capannone che ti serve o serviva per lavorare? Lo stato italiano te lo tassa.

Hai i campi per lavorare la terra e pascolare le bestie? Lo stato italiano te li tassa.

Hai una macchina? Lo stato italiano te la tassa.

Hai qualsiasi oggetto abbastanza grande da non essere nascosto? Lo stato italiano te lo tassa!

La casta italiana parassita, solidale e assetata di privilegio (statali, magistrati, prefetti, prepensionati, esercito, carabinieri, politici tutti, segretari e presidenti di associazioni, consorzi, cooperative, giudici, avvocati, bancari..) continua la sua opera suicida e vessa la popolazione produttiva, massacra e tortura coloro che hanno creato vera ricchezza con il sudore della loro fronte.

Badia Polesine in questo momento rappresenta il punto di partenza di una rivolta popolare che inizia in questi giorni e crescerà fino alla fine e distruzione dello stato italiano e della sua casta infame.

Il Veneto distruggerà l’italia, la protesta e la rabbia di un popolo porterà al capolinea un’ istituzione di farabutti chiamata italia.

Siamo in guerra! Vita o morte, non abbiamo più nulla da perdere, l’italia ha già deciso di ucciderci.

468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement