Pages Navigation Menu

Indipendenza!

AUTUNNO 2014: L’INIZIO DEL COLLASSO ITALIANO

Posted on ago 29, 2014

  L’euro stesso è in discussione, una fra le più grandi economie del mondo è allo sfacelo, non esiste manovra o prestito che possa salvare lo stato italiano. Il Financial Times ha delineato un quadro catastrofico ed ormai sottolinea come le previsioni e conti che i politici presentano sono il prodotto di un modello di calcolo non più reale. Gli esperti economisti dello stato italiano ed i suoi politici hanno modelli di valutazione dell’economia non più credibili e ciò sottolinea il distacco dalla realtà. È questa la condizione per cui un ente muore. È come quando un essere vivente non è più capace di percepire il dolore, in quel momento rischia di farsi male e si fa male senza accorgersene ed è destinato a morte breve. L’Italia è un cadavere, la abbandonino i suoi marinai e cooperino per costruire...

Read More

FILANTROPISMO ED ETICA DEL PROFITTO

Posted on ago 25, 2014

  Ma la logica del profitto individuale, genera ricchezza diffusa, e quanto influisce positivamente sulla ridistribuzione della ricchezza materiale, tecnologica, culturale e scientifica? Ma chi persegue la logica del profitto, quanto è sensibile alla moralità delle sue azioni, alla moralità con cui tenta di raggiungere il suo benessere personale? Il caso Aids in Africa, illumina, quando si trattò di dare le medicine retrovirali a decine di milioni di africani infetti, i produttori di medicinali, opposero una ferrea resistenza perchè temevano che i prodotti potessero arrivare anche sul mercato Europeo abbassando i prezzi e quindi i profitti. Se la società trae beneficio solo in modo riflesso e fortuito e marginale da un economia impostata sulla logica del profitto, anzi copyright, brevetti, segretezza favoriscono solo privilegio, accentramento della ricchezza e risorse, immiseraminto dei più. La logica del profitto non è compatibile...

Read More

LO STATO ITALIANO STAMPA TROPPI EURI DI FERRO

Posted on ago 25, 2014

  Avete mai provato ad andare in un ufficio di cambio fuori dall’area Euro? Per chi non lo ha mai fatto, vi ricordiamo che gli euri di ferro anche quelli di taglio 2 e 1, non hanno valore. In pratica il mercato valutario mondiale non attribuisce alcun valore ai pezzi di ferro che l’Europa stampa. Vi sarete accorti che se 1 dollaro di carta ve lo cambiano e 2 euri ma nessuno ve li cambia, eppure vale quasi 3 dollari Statunitensi! La ragione di certo non ve la propagandano, non vogliono che lo sappiate, ma ve la diciamo noi che non abbiamo paura delle autorità italiane che da anni cercano di bloccare il nostro sito. Ogni stato dell’area Euro può stampare illimitatamente monete con il proprio marchio grafico identificativo senza renderne conto a nessuno. Vuoi stampare mille miiardi di...

Read More

PROTETTIVISMO IDEOLOGICO ED ECONOMICO: IL CASO USA

Posted on ago 21, 2014

  Film, cartoni animati, prodotti alimentari, macchinari, elettronica, sports made in Usa, hanno invaso completamente l’ex Unione Sovietica. Ma i prodotti economici ed ideologici dell’ex Unione Sovietica, hanno invaso il mercato Statunitense e quello delle sue colonie (Europa, Australia, Giappone, sud Korea)? La risposta è evidente: non esiste reciprocità, e lo scambio è monodirezionale. Concentriamoci sul perchè di questa monodirezionalità e vediamo le risposte possibili. La risposta più comune che si da è quella per cui la superiorità culturale dell’Ovest è schiacciante e quindi è impossibile o quasi per l’est vendere prodotti culturali od economici verso ovest. È un pò come l’acqua di una cascata: non va mai verso l’alto. Fin qui tutto sembra risolto ed ogni ulteriore analisi superflua. Invece l’analisi storica e contemporanea mostra come da parte dell’occidente e più in particolare del modello Anglosassone (Anglo/Usa), esista...

Read More

COLA, FANTA, SPRITE? NO THANKS! LA GLOBALIZZAZIONE DEL GUSTO

Posted on ago 21, 2014

    Vienna, Mosca, Chicago, Venezia, Oslo, Yerevan, Tiblisi……andate in un bar chiedete cosa c’è da bere e tutti vi risponderanno con la stessa frase: “Cola, Fanta, Sprite”. Dove sono fniti i succhi di frutta, le limonate, le cedrate, le gazzose, tutte quelle bevande che un tempo riempivano i locali del mondo ed ogni luogo con le sue tipiche bevande locali. La Coca Cola Company di Atlanta possiede questi marchi ed attua una politica aggressiva per distruggere la diversità di prodotti sul mercato. Questa politica di etnocidio culturale nel settore delle bibite sta distruggendo le bevande locali, il gusto locale, la cultura e modo di bere in tutto il mondo. Popoli che per secoli hanno prodotto succhi di frutta, vengono sopraffatti dalla propaganda e aggressività economica della Coca Cola Company. I rappresentanti di questo marchio vanno nei bar ed...

Read More

REPORTAGE DA MOSCA: L’EMBARGO CONTRO LA RUSSIA?

Posted on ago 18, 2014

  Con una troupe dei nostri reporters siamo andati nella federazione Russa e ci siamo presi la briga di andare a controllare se quello che la stampa italiana e asservita alle false notizie del Pentagono dice è la verità, in merito alle conseguenze dell’embargo contro la Russia. Ecco i risultati delle nostre indagini sia nella federazione Russa che fra i nostri imprenditori Veneti: -In assoluto non mancano prodotti nei negozi della Federazione Sovietica, anzi, se vogliamo dirci la verità, la varietà dei prodotti presenti sugli scaffali della Federazione Russa, è di gran lunga superiore a quella Europea. -I prodotti che l’Europa ha deciso di non mandare più (ordine di Washington), verranno rimpiazzati dai prodotti provenienti dal Brics e dai molti altri paesi confinanti con la Russia. Sia in Russia che nei paesi filo Russi, si esulta perchè la mancanza...

Read More

L’ACCERTAMENTO E L’IMMORALITÀ DEL FISCO

Posted on ago 6, 2014

  L’accertamento fiscale è un vero e proprio atto di accusa che rende il cittadino colpevole e lo obbliga a difendersi dallo stato. L’Accertamento viene fatto sulla presunzione ed ha in sostanza uno scopo intimidatorio e deterrente. In pratica, il cittadino viene accusato ed è costretto a difendersi in un mare di leggi e leggine ed a dimostrare la sua innocenza, pagando a sue spese consulenti, periti ed avvocati, mentre lo stato ha a disposizione tutti i mezzi per infierire senza limiti di spese. E’ chiaro quanto l’accertamento sia iniquo ed immorale perchè permette allo stato di criminalizzare chiunque sulla base di congetture, di presunzioni. Il fisco, l’agenzia delle entrate, la guardia di finanza ti fanno l’accertamento perchè non paghi abbastanza, perchè secondo loro evadi, perchè vogliono che tu denunci più reddito, perchè in sostanza vogliono più soldi! Già...

Read More

LA PAROLA “CRISI” È UN ALIBI

Posted on lug 19, 2014

  Lo ripetiamo, e vorremmo che altri si associassero in coro a gridare che la “crisi” non c’è. Si tratta di un alibi che lo stato italiano ha inventato per deviare l’attenzione della popolazione. L’Euro non centra proprio nulla, la Merkel, la Germania sono anch’essi degli alibi. Vi hanno messo in bocca la parola “crisi” affinche diate una risposta ai vostri problemi e sulla situazione economica, affinche non andiate a cercare una risposta da soli. Hanno il terrore che capiate quale è il vero ed unico grande problema. La crisi sono loro, sono loro con la loro politica di tirare avanti a pagare privilegi e a massacrarvi di tasse e burocrati che vi rovinano la vita. Sono loro la causa della crisi, basta liberarsene e vivrete meglio. Se un’azienda va male, chi ha a cuore l’azienda, per prima cosa...

Read More

MA I POVERI SONO IN MERIDIONE?

Posted on lug 14, 2014

  Le statistiche che vengono sventolate dai mezzi di comunincazione di massa italiani, pretendono che i poveri sono in Meridione e ti raccontano che la spesa mensile dei poveri in Meridione è inferiore di 20 euro alla spesa mensile delle famiglie del Settentrione. Tutti parlano di soldi e pontificano, continuando a vittimizzare quella gente e quel meridione del mancato sviluppo. Qualcuna di queste statistiche, lo dice che nel Meridione i beni di consumo costano circa la metà rispetto al Settentrione? Quindi con 700 euri al mese un meridionale campa eccome e anche bene, mentre al nord si fa la fame nera! Qualcuna di queste statistiche lo dice che nel meridione v’è circa il 90% di mercato sommerso e che tutti questi assistiti, tutti questi invalidi, tutti questi poveri sono finti poveri? Mentre al nord ci sono i calabresi e...

Read More

MARIO MONTI: CRIMINALE LEGALIZZATO

Posted on lug 12, 2014

  Violato il principio di affidamento e di certezza del diritto. Illegittima la decisione del governo Monti di prescrivere le lire ancora in circolazione. In questo modo agli italiani sono stati espropriati ben 1,5 miliardi di euro Dalle tasche degli italiani sono spariti 1,5 miliardi di euro. Non tanto volatilizzati, quanto espropriati. Che, poi, è un modo giuridico per dire sottratti, rubati. E dietro a questo colossale esproprio di Stato c’è Mario Monti in perdona. Il Professore, catapultato a Palazzo Chigi dai poteri forti dell’Unione europea, ha fatto una leggina per mettere, un giorno con l’altro, al bando tutte le lire in circolazione. Come se non gli bastassero le tasse, le imposte e i balzelli che si è inventato per far piangere gli italici contribuenti, l’allora premier s’era inventato un decreto (uno dei tanti) per far sparire svariati miliardi...

Read More

LE SANZIONI CONTRO LA RUSSIA E GLI INTERESSI ITALIANI

Posted on lug 8, 2014

  Gli Stati Uniti d’America hanno deciso effettuare sanzioni contro la Federazione Russa e contro i suoi cittadini per dissuadere le autorità Russe dal proteggere le popolazioni di lingua Russa che hanno deciso con referendum democratico di non essere più parte di uno stato ukraino dove vengono violati i più elementari diritti civili e dove chi non è di etnia ukraina viene ammazzato e torturato brutalmente. Gli Usa fanno pressioni enormi sulle loro colonie dell’alleanza Nato per spingerle ad effettuare sanzioni ancora più pesanti contro la Russia, e già l’Europa invece di sanzionare il governo golpista Ukraino lo supporta non solo militarmente ma addirittura economicamente acelerando il processo di integrazione Europea, che sappiamo sarà disastroso per l’Ukraina in quanto porterà all’esodo di massa di tecnici e forza lavoro Ukraina verso l’Europa, svuotando di fatto l’Ukraina. Lo stato italiano si...

Read More

RENZI MATTEO: LADRO FARABBUTTO, RAZZISMO CONTRO IL VENETO!

Posted on lug 5, 2014

  I nostri detective si sono presi la briga di contare e di analizzare l’infame documento approvato dal ministro italiano Renzi e i suoi amici di crimine organizzato. Abbiamo analizzato uno ad uno i comuni le cui scuole hanno avuto soldi per essere abbellite, restaurate, migliorate. I risultati sono sconcertanti, eccoli: In Veneto il governo dello stato italiano ha stanziato soldi ad un numero di scuole pari a 500 circa, per un totale di circa 1/30 del totale stanziato per le altre regioni d’Italia, circa 15.000 scuole. La provincia di Belluno viene ignorata, a Rovigo solo una 20ina di scuole a Vicenza 4! Il grosso a Venezia che sappiamo vota sinistra! Questo è uno schiaffo in faccia, l’ennesima umiliazione dell’Italia verso il Popolo Veneto. Ci siamo capiti? In Veneto si trova 1/10 della popolazione della penisola italica, ma lo...

Read More

IL PROBLEMA NON È L’EURO, MA I MANAGERS POLITICI

Posted on giu 28, 2014

  I bugiardi e ladri della Lega Nord danno la colpa all’Euro, alla Merkel, ai Tedeschi e chiamano gli “italiani” a raccolta invocando la nuova lira. Più ipocriti di così non si può. Un tempo la Lega navigava nel Nord e vi raccoglieva i voti, adesso creano ed abbracciano slogan che danno voti in tutta la penisola italica. L’importante è raccogliere voti, raccogliere potere. E come tutti i partiti la Lega Nord e la Liga cercano solo denaro, potere, sedie, privilegi. La campagna contro l’Euro è una delle molte che continuano a deviare l’attenzione sul reale problema: “i managers politici sono i veri responsabili della situazione e sono loro a doversene andare tutti”. E’ Salvini, Zaia, Tosi che debbono andarsene per primi e non l’Euro. Lo stesso dicasi per tutti i ladri come Renzi, Napolitano e compagnia. Non vi...

Read More

L’ELIMINAZIONE AI MONDIALI DEPRIME LO SPIRITO NAZZIUNALE

Posted on giu 28, 2014

  I mezzi di regime della propaganda italiana, hanno puntato tutto sui mondiali di calcio. Un mondiale ben riuscito può fruttare + 0.5% su un Pil nazionale in cui la popolazione viene trapanata e drogata quotidianamente con notizie sul calcio. Il calcio serve ad estraniare la popolazione dai problemi e analisi quotidiani. Il calcio è parte di un programma di lavaggio del cervello nazionale che inizia all’asilo e ti accompagna fino all’ultimo flebo. Pasta, patria, pizza, pallone, pàpa Giovanni, carabinieri, cazzo, tette, e tricolore, sono le colonne di questa italianità. Questi sono i comuni denominatori della propaganda di regime. Il pallone è uno di questi fondamenti. Nessun tessitore del consenso mediatico spera che la nazionale di calcio venga segata nelle prime fasi di un mondiale, si cerca pertanto di smaltire una serie di prodotti legati al mondiale, prima ancora...

Read More

LA CRIXI NON C’È, IL PROBLEMA È MANAGERIALE E STRUTTURALE!

Posted on giu 25, 2014

  Abolire l’Italia è l’unica soluzione. E’ quello che non si vuole dire perchè dietro la parola Italia si nasconde una rete di privilegi inaudita per milioni di persone, tenerla in vita vuol dire perpetrare il privilegio di alcuni e lo sfruttamento di ben 2 generazioni. Chi è al potere, i manager dello stato italaino non metteranno mai in dubbio il loro operato e la struttura che da loro privilegio, costoro cercheranno sempre altrove i problema così da deviare la vostra attenzione e comprensione della realtà. Si grida alla “crisi” per nascondere che il problema è strutturale, che il problema è politico. Se un’azienda va male, per prima cosa si mandano a casa i manager, poi si fanno tagli drastici e si frammenta scorporando l’azienda in unità indipendenti. Il terzismo e l’indotto artigianale sono la dimostrazione che il modello...

Read More

I TITOLI DI STATO ITALIANI SONO CARTA STRACCIA

Posted on giu 18, 2014

  Lo sapevate che lo stato italiano non è in grado di rimborsare il valore dei titoli di stato emessi? Lo sapevate che adopera i soldi delle tasse e quelli delle vendite di nuove emissioni per pagare gli interessi? Lo sapevate che non essendo neppure più in grado di pagare gli interessi, è costretto ad abbassarli allo 0,….. Lo stato italiano è fallito completamente. L’inps è fallito e non può più pagare le pensioni. La banca d’Italia è fallita e stampa carta straccia ed è collusa con banchieri e finanzieri. La borsa di Milano è priva di credito in tutto il mondo ed è un organizzazione finanziaria pilotata dai poteri politici e finanziari italiani che fregano la popolazione presentando valori non congrui con la realtà. Si tratta di un’opera teatrale. L’Agenzia delle entrate riscontra un 30% di mancati pagamenti,...

Read More

BANDIERE VENETE: DOVE ACQUISTARLE

Posted on giu 14, 2014

  Potete comperare le bandiere Venete in tutti gli Uffici Pubblici aperti dalla Repubblica Veneta a partire dal 21 marzo 2014 e sparsi in tutto il territorio della repubblica Veneta. La lista aggiornata la potete trovare al sito www.plebiscito.eu, il quale ha anche un negozio digitale. Acquistando la bandiera aiutate con un piccolo contributo volontario il lavoro di migliaia di persone che stanno costruendo ed aiutando ad esercitare la sovranità della Repubblica Veneta. I prezzi sono bassi al fine di permettere a tutti di averla, fra l’altro i valori aggiunti o finiscono per aiutare le strutture e personale della neo Repubblica, oppure per riacquistare materiali od immetterne di nuovi sul mercato. La bandiera in tutte le sue forme è quella classica con i leone che tiene in mano il libro aperto e non quella politica del leone con la...

Read More

PERCHÈ TI DICONO CHE C’È LA CRISI?

Posted on giu 11, 2014

  Ad uno che ha un cancro al cervello, al fegato o al pancreas od ai polmoni, non gli dici mai in faccia che la morte lo sta inchiappettando. A questi morituri, a questi cadaveri, gli dici sempre che è meglio fare un intervento precauzionale che ci sono buone possibilità di “ripresa”, che col tempo tutto si aggiusterà. In questo modo ti accompagnano pian pianino alla tomba. Quando capisci anche tu che non c’è più nulla da fare e sei pieno di male, invece di mandarti dallo psicologo come fanno con gli imprenditori, ti riempiono di morfina. Tutto, attorno al moribondo è congeniato per accompagnarlo alla morte senza che abbia il tempo di reagire, di comprendere la sua situazione e la realtà che lo circonda. La menzogna serve ad evitare quel panico sgradito ad un sistema che teme il...

Read More

DOVE FINISCONO I SOLDI DELLE TASSE?

Posted on giu 11, 2014

  Nei decenni passati la pressione fiscale era bassa, tutti facevano nero, non c’erano immigrati, ma lo stato era pieno di risorse per costruire ospedali, dighe, ponti, autostrade, scuole, caserme, palazzi…. Oggi la tassazione supera abbondamente quella della mezzadria che era il 50%, oggi è all’85%! In Norvegia e Svezia è al 35% con punte massime del 42% e sei servito di tutto sempre! La domanda legittima è: Dove finiscono i soldi della tassazione, dove sono le opere, dove sono i servizi, dove è quel benessere ridistribuito? La desolazione ed il furto è agli occhi di tutti, visibile, tragico. La risposta è una sola: “l’immoralità pervade le istituzioni politiche, pervade gli impiegati e servi dello stato”. Che cosa resta al cittadino vessato e umiliato difronte ad una tale brutalizzazione? Come fermare chi adopera la legalità per commettere crimini contro...

Read More

L’ESENZIONE FISCALE E L’ASSOCIAZIONE DI SOCCORSO VENETO

Posted on giu 11, 2014

  A decine di migliaia iniziano a contattare l’Associazione di Soccorso Veneto che offre consulenza fiscale ai cittadini Veneti e non solo, nella lotta contro l’immoralità delle istituzioni italiane e dei loro dipendenti. Lo stato italiano sta saccheggiando la popolazione ed il territorio, è venuto il momento di combattere, di difendersi contro il male, è venuto il momento di dare il colpo di grazia allo sttao italiano ed alla sua classe di parassiti legalizzati. Il leaders dell’associazione è Alberto Marsotto, uno dei maggiori fiscalisti d’Europa, il quale assieme a centinaia di commercialisti e studiosi del diritto trova la via per aiutare la popolazione a difendersi da un fisco di criminali come l’Inps, Equitalia, Agenzia delle Entrate….. Centinaia di migliaia di persone non hanno i soldi per pagare le tasse, alcuni vanno a chiederli alle banche, i più hanno deciso...

Read More

GRILLO: PIANO AGRICOLO ECONOMICO DEMENZIALE

Posted on mag 22, 2014

  Grillo ha un modello che forse va bene al meridione, ma di certo cozza contro lo spirito libero ed intraprendente oltre che moderno del Veneto. Ogni tanto bisogna tirare le orecchie a chi di economia e mercato non capisce nulla, o meglio a chi pecca di comunismo e vuole imporre agli altri l’economia. Il piano agricolo di Grillo come illustrato nel sito e le relative critiche che ci sentiamo di fare: 1)Grillo vuole ancora finanziare l’agricoltura, ha la visione di interferire con le leggi dell’economia, e non capisce che l’economia va lasciata libera, l’unico reale problema sono i monopoli. Lo stesso è per l’acqua. Il problema non è la privatizzazione, ma il monopolio. E questo discorso vale per tutte le attività umane, ma Grillo da buon statalista ha sempre in mente lo stato che fa impresa! 2)I dazi...

Read More

LA REPUBBLICA VENETA STAMPA SOLDI

Posted on mag 18, 2014

  Ecco in anteprima le immagini delle prime emissioni della Repubblica Veneta. Si tratta di appena 2.5 milioni di euri con formula tacita pagherò 25 milioni. In pratica oggi viene richiesto un valore di 10 volte minore a quello stanpato. A pieno esercizio della sovranità, la Repubblica Veneta si impegnerà a pagare al detentore la cifra a fronte. Sono stati stampati tagli da 1.000 e 10.000 euri equivalenti. Buona parte è già stata ceduta o prenotata da collezzionisti. Fra l’altro dall’estero arrivano le richieste maggiori. Se volete un pezzo da 1.000 euri vi costa 100, se ne volete uno da 10.000 vi costa oggi 1000 euri. Naturalmente l’acquisto rappresenta una donazione al fine di tutelarsi dall’arroganza e immoralità che lo stato italiano ancora esercita contro il Veneto. Nei pezzi da 1.000 sono raffigurati alcuni monumenti, opere o paesaggi che...

Read More

QUANDO IL PREZZO DECIDE IL VALORE DELLA ROBA

Posted on mag 12, 2014

Un giorno a Kiev dopo il crollo dell’Unione Sovietica, mi fermai davanti ad una vetrina dove v’era esposta una sedia in legno simile ad un trono. Il titolare mi si avvicinò e mi disse: “Se la vuoi costa 20 mila dollari”. Gli dissi che con quei soldi avrei potuto comperare un campo od un appartamento in periferia e che era una cifra assurda per una sedia in legno. Il tipo mi rispose: “Ma questa sedia vale perchè costa 20 mila dollari, è per questo che me la comperano”.  ...

Read More

LA FRUTTA CATALANA COSTA MENO: COMPERATELA!

Posted on mag 7, 2014

  Spesso nelle botteghe di alimenti ortofrutticoli, appaiono le scritte: albicocche spagnole, meloni spagnoli, zucchine spagnole sempre accompagnati da prezzi molto più bassi della roba etichettata come “italiana”. Facciamo i conti? La vogliamo sapere tutta a verità? Ma la frutta che proviene dalla penisola Iberica costa meno perchè è scadente o perchè il mercato ortofrutticolo italiano è tenuto in piedi artificialmente da un sistema mafioso? Come è possibile che frutta e verdura in tutto il resto d’Europa costino meno, quando lo stivale è il più grande produttore di questi prodotti? Quanto costa portare un tir di arancie da Valencia o da Catania? La vogliamo dire la verità? Frutta e verdura di origine Iberica sono di ottima qualità e costano meno perchè: -i trasporti incidono molto meno -essendo più vicina vi sono meno problemi di deperibilità -il mercato iberico è...

Read More

TATTICHE COMMERCIALI

Posted on mag 7, 2014

  Ricordo un giorno a Venezia quando mi fermai a comperare un coltello multiuso accessoriato. Il bottegaio mi presentò due prodotti per aspetto similari e mi disse: “quello Cinese costa molto meno ma non vale niente, mentre quello Italiano costa ma è di qualità. Per sua sfortuna, sono un appassionato di utensili, attrezzi e metalli e il coltello presentatomi come Cinese èra di ottimo acciaio e fattura, mentre quello presentatomi come “made in italy”, era fatto di ferro dolce direi vergognosamente impresentabile. Comprai quello “Cinese” e mi accorsi che il bottegaio rimase sconvolto. Quel bottegaio non era stupido, pilotava i clienti verso il prodotto che a lui costava meno, presentandolo come di qualità, in questo modo il suo guadagno era molto più alto. Si tratta di una tattica da bottegai abbastanza diffusa, cioè quella di dar valore al prodotto...

Read More
LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement