Pages Navigation Menu

Indipendenza!

COME SI VIVE IN NORVEGIA

COME SI VIVE IN NORVEGIA

BY NIGHT

Le mele costano meno di un euro al chilo, la frutta in genere costa meno od uguale ai mercatoni del Veneto, ma qui importano tutto da lontano, come mai invece frutta e verdura costa cosi tanto in Veneto?

Il pane integrale costa 1 euro a kg. Il riso costa 1 euro al kg. Il pesce costa la metàche in Veneto!

Nei negozi vendono poca pasta, in Norvegia mangiano sano non è un allevamento di polli Rai-Mediaset.

La corrente elettrica costa 6 centesimi di euro a kw e la producono tutta con le pale eoliche! In Veneto costa 30 centesimi!

A Oslo circolano il 30% di macchine elettriche e presto chiuderanno il traffico a tutte le automobili. Tutti in bici , tutti a piedi o con i mezzi pubblici. La gente è magra ben fatta.

I Norvegesi lavorano poco, 7 ore scarse x 5 giorni a settimana, anche nelle fabbriche e lavorano molto tranquilli, qui non c’è gente stressata. I cani sono magri con il pelo lucido, educati composti, i Bulldog e Rotweiler sono buoni affettuosi, non sono stressati.

Le scuole fra le migliori al mondo sono gratuite fino all’universita, i bambini pagano nulla fino al 18esimo anno di eta. Le madri percepiscono 1600 euro al mese per 12 mensilita per 18 anni per ogni figlio.

Il primo ministro norvegese guadagna in un anno quanto quello italiano in 1 mese!

Le pensioni sono uguali per tutti, non esistono vitalizi, gli statali non hanno alcun privilegio.

Militari e polizia sono 10 volte meno pro capite che nello stato italiano! Qui non ci sono carabinieri che stuprano le donne (verrebbero immediatamente sterilizzati a vita) o picchiano e torturano la gente. In prigione c’è civiltà e le pene piu alte vengono cominate a chi si fa corrompere e a chi non paga.

Diritti umani? Qui se si suicida qualcuno in prigione o muore dentro una stazione di polizia od anche si fa un graffio, vengono indagati e sospesi immediatamente tutti, dal primo in carica al piu misero impiegato.

Non esiste segreto bancario, tutti possono sapere quanto spende e goadagna chiunque ed in particolare i politici. L’eliminazione del segreto bancario non permette ai direttori ed impiegati bancari di imbrogliare la gente.

La media dei parlamentari è di 40 anni contro quella di 65 nello stato italiano! Qui le donne comandano ed hanno piu del 50% del potere in tutti i settori e cariche, compresa la politica!

Nessuno oserebbe fare il politico a 70 annni, figuriamoci il presidente a 91!

Qui ridono dei rincoglioniti come Napolitano, per quelli come Berlusconi. Gente come Galan, Zaia finirebbero sotto inchiesta e passerebbero il resto dei loro giorni in prigione. Qui la corruzione è una rarità, non ci sono passanti dove ingrassarsi, qui se crollasse l’argine di un paesino finirebbero tutti sotto inchiesta e processati per inadempienza e danni. In Norvegia i giornalisti non vengono perseguitati, non vengono chiusi siti web.

Le commessioni web? Fra poco partirà il giga secondo su fibra ottica ovunque! Stanno cablando tutto il paese, e già adesso le linee funzionano così veloci che in wireless si caricano 20 mega secondo!

In mezzo a questo oceano di libertà e diritti stonano la proibizione della prostituzione e la proibizione di bere alcolici per strada.

La Norvegia finanzia piu di ogni altro stato programmi di cooperazione, di emancipazione e aiuto in ogni parte del mondo. In Norvegia non esiste religione di stato, a scuola i bambini non vengono discriminati fra chi fa o no religione, l’hanno eliminata. I giornali non parlano mai del monarca assoluto che governa il Vaticano e neppure le tv. I giornalisti non hanno alcun patentino, tutti possono scrivere.

A scuola hanno eliminato il latino, fanno poca letteratura e storia ed insegnano scienza e matematica cosi i futuri cittadini sapranno contare e non si faranno fregare. In Norvegia anche i bambini dell’asilo parlano inglese e vengono educati al digitale.

Il governo licenzia con tranquillita gli statali non esiste lavoro fisso per nessuno.

Alle ultime elezioni ha vinto la destra, i norvegesi sono stanchi di essere invasi da Eritrei, Marocchini, Nigeriani che parassitano in tutti i modi il sistema ed approfittano dell’onesta e filantropia dei Norvegesi. Gli zingari, circa diecimila hanno messo a soqquadro il paese attuando una politica di furti, reciclaggio e accattonaggio inaudita, vengono tutti dal sud e ne hanno approfittato. Presto lo stato iniziarà una politica di reimpatrio forzato.

Il debito pubblico? In Norvegia non esiste debito pubblico, la Norvegia ha abiurato il modello economico del debito e degli interessi da pagare. la Norvegia produce attivo ogni anno, la Norvegia produce ricchezza e da dividendi reali sui titoli di stato.

Le tasse? Totale 40%. Non esistono marche da bollo, imposte, accise etc….Vuoi costruire una casa ti danno il permesso entro 30 giorni o ti dicono no e se fai abusivo finisci dentro!

Se in macchina tiri sotto un ciclista, anche se hai ragione ti ritirano patente, automobile e finisci dentro! Nessuna automobile osa superare le biciclette o suonare con il clacson. Se poi prendi sotto un pedone finisci con Breivik.

L’aria di Oslo è molto ma molto piu pulita di quella di Cortina od Ortisei!!!

468 ad

3 Comments

  1. Concordo pienamente. Sono stata 3 volte e ci ho lasciato il cuore. Perfetta accoglienza e grande signorilità.

  2. vivo da 20 anni in italia con passaporto Italiana,vorrei cambiare paese. che possibilità sono di trovare un lavoro come idraulico ? ringrazio in anticipo

  3. Ho apprezzato il servizio sulla Norvegia, e c’è qualcosa di simile ancora più vicino a noi. Forse già la conoscete, é la cittadina di Marinaleda in Spagna nei dintorni di Siviglia.E’ qualcosa di paragonabile alla Norvegia,in quanto, che io sappia secondo delle informazione tramite web o riviste di vario genere, non ha sofferto la crisi che sta flaggellando la Spagna e altri stati europei, per colpa del sistema capitalistico, giunto al suo solito ciclo di sovraproduzione, in cui deve distruggere i soggetti atti alla produzione, selezionando solo quelli altamente competitivi che per essere tali speculano sulla vita dei vari collaboratori impiegati nel ciclo produttivo, semplici operai o laurati che siano. Deve creare crisi per diminuire la quantità di offerta. Marinaleda si è avviata circa 30 anni fà verso un sistema socialista, dove tutti i cittadini circa 2700,cooperano e percepiscono lo stesso stipendio, circa euro 1200, non ci sono disoccupati e quasi tutti lavorano nei campi.Basta leggere qualche articolo e sembra quasi un racconto fantastico. Appena potro chiederò conferme di ciò ad una ragazza originaria di Siviglia , sperando che non sia solo una montatura. L’esempio di Marinaleda mi riconduce alla triste sorte di due amici, che pur avendo un casolare e quindi come tutti contadini “liberi” e “autosufficienti” per antonomasia, hanno dovuto venderlo per sottomettersi alla padrone “stato”, perche le tasse so’ da’ paga’!! Ora infatti sono in misere condizioni perchè un azienda è fallita dopo la concorrenza di aziende cinesi e l’altra sicuramente annaspa dopo il fermo dell’edilizia. La mia intuizione da semplice persona è che l’uomo abbia una dimensione composta da vari fattori come i bisogni primari come il nutrimento, un contesto dove vivere e socializzare, e altri fattori secondari composti da fattori intellettuali, filosofici, d’identita, ecc…. Le scienze in tale ambito sono varie e sicuramente hanno sviluppato teorie più o meno accreditate. Il sistema economico e di governo, ovviamente non è più degno di fiducia, come le varie norme che sono in realtà dei paraventi dove si nascondo gli intrallazzi di chi gestisce il paese magari favorendo aziende private, con un giro di mazzette spropositata a danno dei contribuenti. Gli unici che rischiano siamo noi poveri mortali. In sintesi vorrei azzardare, nel dire che è nella piccola comunità di persone che ci circondano che dovremmo fare riferimento. L’onesta deriva dalla conoscenza e dal coinvolgimento degli individui della comunità, come può una persona mai vista e conosciuta gestire milioni di persone? con quale azzardo affidiamo a loro la nostra unica e prezziosissima vita? Probabilmete ciò è dovuto alla mancanza di risorse disponibili al singolo individuo e alla coercizioe delle norme e al conformismo voluto. Molto quindi rimane nel nostro modo di organizzare e riconoscere le informazioni che ci circondano.

Rispondi a Lorenzo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement