Pages Navigation Menu

Indipendenza!

FORTUNA CHE CI SONO I CINESI

FORTUNA CHE CI SONO I CINESI


Ma perchè chi controlla i media parla male dei Cinesi? Perché i media italiani diffamano i Cinesi?

Per capirne le ragioni o meglio, l’unica vera ragione, facciamo due esempi presi da uno studio di mercato fatto da una nostra equipe di economisti.

-Nel 2011 le racchette per elettrocutare le zanzare costavano al dettaglio mediamente nei negozi italiani circa 20 e 25 euro. Fra il 2011 e 2012 delle cordate di Cinesi aprono catene di negozi, fra quelle più note “InaMarket”, ed iniziano a vendere lo stesso prodotto sul mercato a fra i 4 e 5 euro. La reazione dei bottegai italiani è quella di abbassare il prezzo sotto i 4 euro. Facendo un analisi della catena di vendita arriviamo al produttore Cinese che vende il prodotto a 0.5 euro f.co fabbrica Cina, e il grossista importatore che lo rivende sdoganato ai negozi a 1.9 euro. Quindi il Cinese che abbassa il prezzo a 4 euri, guadagna eccome, mentre il bottegaio italiano che vende a 25 euro, è un ladro! E ricordate che proprio questi bottegaia sono i primi a parlàr male dei Cinesi, perchè con i Cinesi non potranno più fregare la gente.

-Fino ai nostri giorni, ed in particolare a partire dall’euro, v’è stata un impennata dei prezzi nei ristoranti e pizzerie. Andare a mangiare la pizza in qualsiasi pizzeria del Veneto costa fra 10 e 12 euro! Mangiare in un qualsiasi ristorante in Veneto, costa fra 17 e 30 euro. Per chi conosce il prezzo di produzione di una pizza e i costi di un ristorante, capisce che fino ad oggi siamo stati derubati e non a caso le attività di ristorazione hanno dàto grossi profitti. Sappiamo bene che 1 kg di cereali, derivati e affini, non può costare più di un euro, e sappiamo anche che 1 kg di carne costa mediamente fra 4 e 8 euro. Le verdure non più di 1 euro a kg. Un ristorante ha un costo fra preparazione e servizio che non supera i 5 euro a consumazione! Si tratta di un costo conosciuto dalle grandi catene di ristorazione e da qualsiasi volonteroso che studia economia alimentare. Se poi guardiamo quanto costa una pizza e relativa bevanda servita in pizzeria, ci accorgiamo che paghiamo 10/12 volte il prezzo reale. Fra il 2010 e il 2011 iniziano ad aprire le catene di ristorazione Cinesi che preparano cucina Orientale ed anche locale. Si tratta di self service dove la scelta è di quasi 200 differenti tipi di piatti, senza limiti di quantità. Si paga un fisso di 10 euro all’entrata e si mangia quanto si vuole. La qualità dei prodotti è ottima ed addirittura la preparazione dei cibi freschi viene fatta sul posto visibile al cliente e separata solo da un vetro (indice di serietà). I Cinesi guadagnano almeno 5 euro a consumazione e sono contenti, offrono quantità illimitata e varietà molto grande (centinaia di piatti), con l’aggiunta di caffe, dolci, sorbetti, pizze.

Ora i Cinesi, rispetto ai ristoratori locali che ti offrono un misero primo e secondo o i pizzaioli che ti offrono un pezzo di pane col pomodoro e formaggio sopra a prezzi pazzaschi, offrono quantità, qualità e prezzo. I Cinesi sono la dimostrazione che la nostra economia era ed è drogata e che i prezzi che i nostri bottegai, i nostri produttori, i nostri ristoratori offrono, sono assurdamente alti.

Potremmo fare molti altri esempi in molti settori: ad esempio gli stampi plastici, la produzione di macchinari, la produzione di parchetti….. Sempre e sempre i Cinesi ridimensionano il prezzo e danno meglio o la stessa qualità. E ricordate, che i prodotti che vi vendono i bottegai nostrani nelle botteghe, sono fatti in Asia, il made in italy è una bufala per fregarvi per vendervi a prezzi esagerati la roba e creare fatturato che aiuta solo l’italia a tassarvi di più.

468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement