Pages Navigation Menu

Indipendenza!

IL CARNEVALE DI VENEZIA E IL PURIM EBRAICO

IL CARNEVALE DI VENEZIA E IL PURIM EBRAICO

VENICE CARNIVAL CARNEVALE VENEZIA PURIM EBRAICO HEBREW

Tutti vi piantano nel cranio di festeggiare di ricordare, ma nessuno tocca una domanda pericolosa. Quale è l’origine delle feste cattoliche romane?

E’ una domanda imbarazzante, ed ancor più la risposta.

Il carnevale per esempio ha origini Venete ed Ebraiche. Da una parte c’è il “Cao de l’ano” con il “Batimarso” e la “bubarata de la vecia” che rappresentano la fine dell’anno prima che l’Italia invadesse il Veneto ed imponesse le feste religiose romane. L’usanza di vestirsi a carnevale nasce a Venezia ma perché. Il “Purim” è una festa ebraica che a Venezia si festeggiava per le “calle”, dove i bambini si vestivano in maschera. La comunità Ebraica nella città superava nel solo ghetto i 5000 presenti ufficiali, ma considerando che venivano contati i capifamiglia e gli uomini adulti, possiamo dire che Venezia era letteralmente popolata di ebrei o conversi. Da qui in modo esteso si festeggiava Purim che è diventato il carnevale di Venezia.

E il natale? Avete mai sentito parlare di solstizio? Ecco il soslstizio d’inverno è da millenni una festa grande, celebrata ovunque nel mondo, forse la più grande, perchè segna la fine di un ciclo e l’inizio di un altro, l’inizio dell’allungamento dei giorni. La chiesa cattolica ha semplicemente sostituito l’anno che nasce con il bambino di origine divina.

E la pasqua? Ma lo sapete che pasqua in ebraico si dice “Pesach”? E rappresenta la ricorrenza della cacciata degli ebrei dall’Egitto. Anche qui, i cattolici romani, hanno copiato una festa fra l’altro scoppiazzando anche il rituale di mangiare un agnello, diffuso in tutta l’area semitica e caucasica.

La festa dei morti è ne più ne meno che la sovrapposizione ad una festa pagana e lo dimostra il fatto che fino alla prima metà del ventesimo secolo nei paesini si usava mettere le zucche sopra un palo ed impaurire la gente, tradizione antica sopravvissuta in nord america e nord europa e poi ritornata in uso di recente. Anche in questo caso la chiesa cattolica aveva proibito ogni sorta di festa “pagana” per imporre un nuovo culto.

Ciò che ha fatto la chiesa cattolica romana, è stato appunto quello di sovrapporsi a feste, divinità esistenti prima, e scoppiazzando. Il culto Mariano è una di queste divinità femminili sovrapposte, come lo sono stati molti santi. D’altra parte l’eredità della federazione impero romano, era politeista di larghe vedute, e i cristiani accettarono di buon grado di venerare ed inglobare il tutto, naturalmente personalizzandolo. Il politeismo è una caratteristica della religione cattolica romana e lo dimostra la quantità di divinità adorate presenti nelle chiese. La chiesa cattolica romana è forse la setta più idolatra del mondo, proprio perchè è la continuatrice del culto politeista romano, mascherato da monoteismo, o meglio da trinitismo.

Un altro esempio? Avete mai notato i capitelli agli angoli di molte strade, sono ne più ne meno che i resti di are votive millenarie, di altarini di culto dove ogni villaggio dell’antichità rendeva omaggio alla divinità locale.

Per i primi secoli dell’era chiamata moderna, la chiesa cattolica ignorò le altre religioni ad eccezione dei luoghi dove aveva raggiunto lo strapotere. Iniziò poi una caccia all’infedele di proprozioni inaudite. I massacri ad Alessandria e la distruzione delle biblioteche e dei libri fu solo un assaggio. Fino a pochi decenni fa la chiesa cattolica ha torturato, bruciato, infamato e massacrato milioni di persone che la pensavano diversamente.

468 ad

2 Comments

  1. tutti i popoli hanno ed hanno avuto una religione, che magari si è sostituita ad una precedente, soprattutto se un popolo ne ha sopraffatto un altre…naturalmente non è che si cominciava poi da Adamo ed Eva ogni volta… comunque la religione è anche strumento e veicolo di potere… lo è sempre stata perchè è un tutt’uno con la civiltà.
    La dottrina, che è la sostanza di ogni credo e l’elaborazione filosofica alla base di tutti i riti, e dovremmo parlare perciò di dottrine, sono altra cosa, e sinceramente l’autore del testo qui sopra non ha approfondito molto questo aspetto, non so se per ignoranza o semplificazione o astuzia… forse si confonde perchè la nonna diceva sempre il rosario e lui non capiva perchè… chissà cosa pensa dei mussulmani che si dondolano recitando i versetti del corano e degli ebrei che almeno una volta nella vita vanno a Gerusalemme a mettere i bigliettini nel muro del pianto!
    Chi si mette in testa di scalzare una religione è perchè ha la pretesa di sostituirla con un’altra, la sua: così ha fatto la rivoluzione francese, così ha fatto la massoneria, così ha fatto il comunismo che, da quando è caduto, ha riscoperto, Putin in testa, che il popolo è attaccato ai suoi antichi riti.

  2. I veneti si sono covertiti al cristianesimo quando il primo missionario ha spiegato loro il miracolo dell’acqua trasformata in vino!!!!

Rispondi a Gino Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement