Pages Navigation Menu

Indipendenza!

LA CRIXI COLPISCE IL VENETO

LA CRIXI COLPISCE IL VENETO


Nella maggior parte delle regioni dello stato italiano la popolazione vive di parassitismo, fanno tutti gli statali o fanno parte dell’indotto di stato. Queste categorie non producono alcuna ricchezza, semplicemente succhiano, costoro non generano valuta, non fanno export e quindi necessitano un essere da parassitare. Finora il prezzo della crisi lo pagano i lavoratori veri, gli imprenditori, gli artigiani, i rappresentanti, gli operai, i bottegai di quelle regioni dove si lavora sul serio in competizione con il mondo, dove si fa export, dove c’è turismo che portano valuta vera, soldi freschi nella bilancia commerciale. Quando si parla di disoccupazione bisogna dare le statistiche luogo per luogo, allora si capisce chi sta pagando il prezzo vero. La politica folle dello stato italiano colpisce proprio i veri settori produttivi dell’economia e non tocca i privilegi di pensionati, di statali, di politici, di esercito e della chiesa. Queste categorie non pagano e continuano a succhiare come eterne sanguisughe sulla pelle di chi realmente fa funzionare l’economia. Ecco perché il Veneto è quel luogo dove la popolazione sta soffrendo di più e paradossalmente è quel luogo dove si produce ricchezza vera (turismo ed export). Il Veneto è diventato il campo di battaglia dove poliziotti, agenti della finanza, dove polizia municipale, carabinieri, dipendenti di equitalia.. stanno massacrando di sanzioni, di controlli la popolazione. La situazione è esasperata, e diventa un percorso necessario liberarsi di tutti questi parassiti dello stato italiano in un solo modo: “indipendenza politica”. Ci ritroviamo come 150 anni fa quando i Borboni vessavano la popolazione. Adesso i Borboni sono gli italiani ed in particolare le sopramenzionate categorie.

468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement