Pages Navigation Menu

Indipendenza!

LA FINE DELLA LEGA NORD IN VENETO

LA FINE DELLA LEGA NORD IN VENETO

Human-Skeleton

La Lega Nord Regionali 2010 perde più di due elettori su tre, dal 35,1% i nordisti sono passati a un ben poco entusiasmante 10,9%. E anche in Piemonte c’è ben poco di cui gioire: dal 16,7 del 2010 si passa nella circoscrizione 1 al 3,3%, nella 2 al 6,5%. Persino nella «madrepatria», in Lombardia, il Carroccio passa dal 21,6% del 2008 all’attuale 14,1%.

Resta il fatto che il Veneto è un buco nero. Per colpa di chi?

La colpa non è di Berlusconi, la colpa è di incapaci e ruffiani come Zaia, incapaci di fare, solo capaci a riempirsi di stipendi e cariche, capaci di prendere in giro milioni di persone con parole idiote come Devolution, Macroregione, Federalismo, Municipalismo…

La gente odia la Lega Nord e dopo queste elezioni ai capoccioni della Lega non resta più alcun futuro, ne una sedia in regione ed ancor meno a Roma. Per loro è finita, per loro c’è solo il disprezzo e odio popolare per aver preso in giro e derubato 20 anni della nostra esistenza. Tutti questi politici da strapazzo, questi contadini incravattati saranno il bersaglio dell’odio popolare. L’ira della folla non li perdonerà, la miseria a cui ci hanno portato rende gli animi acerbi ed alimenta l’odio. Piazzale Loreto insegna.

Massimo Bitonci, già sindaco di Cittadella. Oggi capolista al Senato, osserva: «Il dato per la Lega è molto negativo, è inutile fare giri di parole.

La Lega Nord è morta.

 

468 ad

5 Comments

  1. Sono lieto di aver contribuito in modo determinante al quasi annientamento della Lega e al dimezzamento di PDelle e PDmenoelle. La prossima volta completeremo l’opera. Statene certi.

  2. E’ un peccato che i voti della lega siano andati a grillo che non potrà mai salvarci dal fallimento italia.

    • eh già, gli altri, invece, ci salvavano di sicuro… (infatti, chi ci ha portati fin qua? Dio che cervelli…si sente l’eco)

      • Se i voti degli ex leghisti andavano ad Indipendenza veneta sarebbe stato un bel biglietto da visita per Zaia affinchè si convinca sul referendum per l’indipendenza.

        • L’indipendenza non si ottiene con i referendum, ma con i cavalli di frisia alle frontiere! Manca l’apparato per gestire tutto ciò, non c’è nessuno con i coglioni quadrati per farlo. Il referendum è una buffonata

Rispondi a Andrea Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement