Pages Navigation Menu

Indipendenza!

LA LOBBY DEL PRIVILEGIO

LA LOBBY DEL PRIVILEGIO


La prima metà della lobby è fatta di presidenti e consiglieri, di banche, di cooperative, di associazioni artigiani, di commercianti, di industriali, di categoria. Questi farabbutti sono una matassa intricata di sedie e se le scambiano con disinvoltura. Guardate i curriculum di questa gente, saltano dalla politica alla dirigenza delle solite cooperative e consorzi, oppure l’inverso. Hanno decine di cariche, decine di gettoni presenza, privilegi a non finire.

La seconda metà della lobby è fatta di preti, militari, notai, avvocati, prefetti, magistrati, politici, amministratori, questi sono lo zoccolo duro ideologizzato del potere, quelli che fanno politica vera, quelli che comandano e lasciano giocare gli altri alla democrazia e monopoli, mentre invece è tutta una farsa perchè sono loro a comandare sul sèrio, sono loro i garanti dell’ideologia nazionale. Loro, badate bene, hanno stipendio fisso e non possono mai perdere il lavoro. I primi invece debbono rimanere fedeli all’ideologia servile per mantenere il privilegio, perchè loro che tengonno le redini dell’economia schiava del secondo gruppo, non sono ideologizzati in modo profondo, loro stanno con i soldi, loro non morirebbero mai per la patria.

Questa è la lobby. A supporto dei primi v’è la massa di schiavi quelli ai ranghi più bassi senza titoli e precari, quelli che in genere emigrano o immigrano e sono la vera carne da macello, quelli sentono più di tutti il peso della schiavitù, del lavoro e che si deve tenere a bada con i mezzi di comunicazione di massa, perchè questa gente non è rimasta a scuola abbastanza per essere completamente massificata. A supporto dei secondi v’è tutto l’entourage di statali fino ai bassi ranghi, gente rimasta fra i banchi delle scuole abbastanza per esprimere consenso incondizionato all’ideologia nazionale.

468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement