Pages Navigation Menu

Indipendenza!

LA RAPPRESENTANZA POLITICA: TROPPI AVVOCATI, TROPPI PROFESSORI!

LA RAPPRESENTANZA POLITICA: TROPPI AVVOCATI, TROPPI PROFESSORI!

togheavvocatiDiamo un occhio alla popolazione italiana, alle categorie e classi lavorative, al loro numero percentuale fra la popolazione, e poi andiamo a vedere come sono rappresentate queste categorie in politica.

Quanti deputati, quanti senatori, quanti sindaci e quanti assessori fra disoccupati, operai edili, metalmeccanici, giardinieri, disoccupati, idraulici, netturbini, pittori, benzinai, mamme full time, cammionisti, taxisti, elettricisti, prostitute, pregiudicati……?

La risposta guardando i numeri è chiara ineludibile. Praticamente nessuna di queste categorie è rappresentata politicamente, nessuna! Stiamo parlando della maggior parte della popolazione produttiva dello stato italiano, coloro che si fanno il culo ogni giorno e sostengono il peso economico sulla loro pelle oltre ad avere stipendi da fame, ed oltre a patire sulla loro pelle inefficienze, disservizi e pesi burocratici.

Andiamo adesso a vedere quali categorie lavorative finiscono per accaparrarsi tutte le posizioni di potere, e vediamo la rappresentanza che costoro hanno fra la popolazione.

Avvocati, professori, architetti, geometri, impiegati statali, qualche ingegnere. Ecco queste categorie entrano in politica e si accaparrano tutti i luoghi di potere.

Vediamo un pò perchè queste categorie saturano letteralmente il potere mentre altre vengono castrate in partenza.

Avete mai visto un dibattito, una conferenza, una tribuna politica tv dove fra i contendenti vengono chiamate massaie, idraulici, operai, elettricisti? Al massimo a questa gente viene concesso di finire in qualche programma spazzatura. E voi lascereste parlare un disoccupato od una prostituta ad una tribuna politica dove si discute se intervenire in una guerra o costruire un autostrada?

Parliamoci chiaro, quale titolo ha un avvocato, un professore di storia o matematica per parlare di guerra, di economia, di problemi sociali, di infrastrutture, rispetto ad un umile operaio? Forse un disoccupato, forse un operaio non è preparato come l’avvocato a dire la sua opinione sulla guerra, sulle bombe, sui piloni autostradali, sui travi in cemento e tunnel?

Bisogna cambiare le cose e l’unico modo è quello di mettere gente rappresentativa della società dentro la politica. Se gli avvocati sono lo 0.2% della popolazione, allora a loro spetterà lo 0.2% dei posti in politica. Questo e l’unico modo di impedire a delle classi sociali di dominare la scena politica.

Perche diciamo questo?

Andiamo a vedere che cosa è lo stato italiano. Lo stato italiano, proprio grazie alla saturazione politica di avvocati, di professori, si è ridotto al collasso in tutti i settori. Questi intellettuali hanno fatto della burocrazia la dea che governa ogni azione, costoro hanno fatto della scrittura legge con infinite ambiguità e complicatezze che finiscono per distruggere la vita altrui. I risultati li vediamo ogni giorno in ogni settore sociale.

Che ne direste se al governo italiano ci fossero 300 idraulici? Molto probabilmente vi sarebbero problemi di altro tipo e si arriverebbo comunque a delle degenerazioni.

L’unica soluzione è mettere delle barriere basate sulla rappresentatività.

La nuova Repubblica Veneta dovrà tener conto di questo e fare repulisti di vecchie figure politiche e delle infinite discriminazioni che vengono fatte in politica. Intanto, in politica deve entrare il 50% di donne da subito e si fanno le candidature sulla rappresentatività socio economica. Nella nuova Repubblica Veneta vogliamo vederci rappresentati tutti egualmente. Basta solo avvocati, basta solo professori.

468 ad

2 Comments

  1. L’Italia in passato ha già fatto questo esperimento. Il risultato fu la proliferazione del fascismo. Lo stesso si fece nella Germania nazista, dove i macellai (di professione) divennero funzionari delle SS e responsabili dello sterminio degli Ebrei. LO so che per voi l’istruzione, la cultura, la scuola non contano. Lo si capisce dalle sciocchezze che scrivete. Sono d’accordo solo sugli avvocati. L?esperienza di berlusconi lo dimostra. Lui si è portato in parlamento tutto il suo staff di avvocati.

    • è la democrazia diretta il rimedio,come in Svizzera, non la rappresentatività delegata che finisce per esserne la negazione, e nella nuova Repubblica Veneta sarà resa possibile attraverso una diffusa informatizzazione che faciliti l’attuazione della conultazione della popolazione.
      Nella provincia di Bolzano stanno già operando così nel referendum in corso. Ognuno ha un codice e vota, essendo escluso che possa farlo due volte.
      Le cariche pubbliche poi avranno una durata di due-tre anni, rinnovabili solo una volta e sempre su conferma come sopra, un po’ come oggi lo sono i sindaci…che dovrebbero mettersi in testa che rappresentano i cittadini non lo stato, per cui si mettano addosso se debbono essere individuati la fascia con lo stemma del comune, non quella tricolorata che rappresenta il potere…

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement