Pages Navigation Menu

Indipendenza!

LAURA BOLDRINI: PUZZA DI RACCOMANDAZIONI

LAURA BOLDRINI: PUZZA DI RACCOMANDAZIONI

laura boldrin

 

La presidente della camera del parlamento italiano in carriera da sola o raccomandata? Di chi è figlia, moglie, nipote, amica o genera?

Laureata in Giurisprudenza presso la Sapienza Università di Roma nel 1985, ha lavorato in Rai, sia per la televisione sia per la radio.

Ci domandiamo con quali mansioni relative al proprio curriculum studi? Noi diciamo che in Rai si entra da raccomandati perchè è una associazione nepotistica peggio dei partiti.

Nel 1989 ha cominciato la sua carriera all’ONU lavorando per quattro anni alla FAO, dove si occupava della produzione video e radio.

Attività molto inerente al suo curriculum. A Roma gli autoctoni che finiscono dentro le associazioni internazionali lavorano perchè tutti sistematicamente raccomandati, capaci od incapaci. A tal proposito (parlando di Fao) conosciamo bene la fine dei raccomandati italiani nel programma “Food for oil” di Roma iniziato dopo l’ultima invasione dell’Iraq. Molto preparati specialmente in lingua inglese!

Dal 1993 al 1998 ha lavorato presso il Programma Alimentare Mondiale (WFP) come portavoce per l’Italia.

Sempre e solo spinta sotto le ali dell’Italia? Ecco, così ci si fa il curriculum professionale e si è preparati a rappresentare lo stato italiano nel mondo. Chi non sa come funziona, rimane a bocca aperta e dice: che brava la signorina! Bel trampolino di lancio.

Non possiamo dichiarare che costei è l’ennesima figlia della raccomandazione, le prove non ci sono mai. E’ come quando segano i nostri studenti veneti perchè parlano veneto o perchè sono veneti. Non ci sono mai prove. E’ come con gli etnocidi e i genocidi, silascia tutto alla fantasia, al caso, non si scrive mai nulla.

In italia vivono di pezzi di carta e raccomandazioni, mai di prove pratiche. Eliminiamo i pezzi d carta e vediamo i fatti. L’italia, i suoi politici, i suoi prefetti, i suoi generali, i suoi notai, i suoi direttori aziendali, i docenti universitari, nessuno è raccomandato, neppure i figli, le amanti, le nipoti, le mogli?

Noi conosciamo fin troppo bene le strutture sopramenzionate. Nutriamo dubbi a non finire. L’Italia per noi fa schifo.

468 ad

5 Comments

  1. Stipendio Boldrini alla FAO in qualità di senior top:
    Oltre 200.000 dollari usa annuali + 450 euri diaria trasferte umanitarie + spese viaggi, + vitto, + alloggio + trasporti di lusso + macchina ed autista

    STIPENDI FAO

    Centinaia di delegazioni straniere, migliaia di rappresentanti, decine di capi di Stato, centoventi ministri. Da oggi a Roma si parla di crisi alimentare, ma per molti dei presenti al vertice della Fao non sarà un problema andare a dormire a stomaco pieno. Nonostante gli endemici problemi di budget, l’Agenzia dell’Onu per l’alimentazione e l’agricoltura è stata spesso criticata per i flussi di spesa, come dire, non direttamente connessi alla mission aziendale.
    La Fao ha in organico 3.600 dipendenti, più della metà nella sua sede centrale, a Roma. Gli stipendi non sono proprio da fame, visto che assorbono gran parte delle entrate dell’Agenzia. Per intenderci un assunto «P-1» (cioè il livello più basso degli entry level professionals) guadagna un minimo netto di 34.760 dollari se è single. Se ha famiglia, anche se sua moglie lavora, la retribuzione sale a 36.849 dollari. E poi c’è il Post adjustment, la percentuale di incremento dello stipendio che dovrebbe garantire uno standard di vita equivalente indipendentemente dal luogo di lavoro, che varia da sede a sede. Per Roma il valore è pari al 77,9 per cento.
    Dunque la busta paga più magra per un dipendente Fao specializzato che lavora nella Capitale è pari a 61.838 dollari, che crescono automaticamente ogni due anni. Niente male. Anche perché se il neoassunto non è italiano per i primi 30 giorni avrà diritto al Dsa, una diaria che rende meno traumatico il trasferimento. Nel 2005 il Daily substistence allowance per Roma era pari a 286 dollari al giorno, più 168,74 come contributo per l’alloggio. E in più, ogni due anni, si ha diritto a un volo andata e ritorno per la nazione d’origine insieme ai propri familiari.
    Ovviamente i salari salgono, e molto, con i livelli. Un middle level P-4 con famiglia può arrivare a 157mila dollari, un senior level P-5 a 177mila, i direttori (D-1 e D-2) arrivano a superare quota 200mila dollari. Non va male ai circa 2000 dipendenti inquadrati come General staff. Un autista, di livello G-3, ha un minimo salariale, netto e in euro, di 31.370 euro. Una segretaria (G-7) avanti in carriera può arrivare alla rispettabile cifra di 73.490 euro.
    Il già citato Dsa, dunque oltre 450 euro tra diaria e rimborso alloggio, spetta anche a chi viene spedito a Roma in missione da altre sedi, per esempio per prendere parte a un vertice, e a studiosi e personalità invitate dall’Agenzia.
    Che pure, come si diceva, non se la passa benissimo. Per limitare i costi di organizzazione dell’appuntamento che comincia oggi (e per il quale è stato chiesto un finanziamento ad hoc) ha chiesto ai propri dipendenti di prestarsi volontariamente a svolgere altre mansioni, dando una mano alla segreteria organizzativa o al cerimoniale, senza percepire retribuzioni ulteriori. Quanto ai costi per il soggiorno delle delegazioni, quelle sono a carico dei governi. Che, magari alle prese con fame e siccità nei confini nazionali, in trasferta non badano a spese: nel centro di Roma c’è il tutto esaurito, anche negli alberghi da 5-600 euro a notte.

    • quanto e’ brutta l’invidia….

      • sì, ma è brutta anche la spocchia.

  2. @Mr Fao: quanto sei idiota!

  3. Stranamente figlia avvocato boldrini, avvocato dai tempi di Mattei di Macerata, e altri top manager arrivano da li….. E stranamentela con la famiglia sono i signorotti del luogo… Ma ovviamente le famiglie non c’entrano e i 200000 EUR percepiti in FAO sono meritatissimi…. Se andiamo a vedere chi lavora per QS agenzie ci accorgiamo di come va e come è sempre andato il mondo…. Sia mai che a certi livelli ci sporchi le mani con la vendita o la produzione… Invidia ?può darsi…

Rispondi a Hfg Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement