Pages Navigation Menu

Indipendenza!

LE TRUFFE NEL SETTORE ALIMENTARE

LE TRUFFE NEL SETTORE ALIMENTARE

coopQualche anno fa un allora maresciallo dei carabinieri dell’Emilia Romagna ha ben pensato di raccogliere 2.000 tonnellate di formaggio scaduto, di lavorarlo, di macinarlo (etichette comprese!) e di reimmetterlo sottocosto sul mercato come grana da grattuggiare. La truffa è stata scoperta ma la notizia alquanto imbarazzante è stata quasi censurata e milioni di persone nel nord est si sono fottute un prodotto avvelenato.

Nel nostro Veneto, alcuni anni, fa la polizia scopriva in una cella frigorifero gamberetti vecchi di 6 anni che i proprietari non esistavano a commerciare.

La Parmalat vendeva latte con una quantità di antibiotici e testosteroni inaudita, tanto che i bambni che lo assumevano si ammalavano o addirittura si ritrovavano con le tette!

La Coop è stata beccata ad adoperare latte vaccino vecchio di settimane, ribollito, filtrato che al contatto con l’aria diventava un mattone, questo fenomeno si è ripetuto più volte malgrado i controlli. In genere se la cavano con una piccola multa o i responsabili in uniforme lasciano perdere in cambio di laute mancie.

In molte rosticcerie, in molti ristoranti, adoperano generi alimentari di scarto o al limite della scadenza, al fine di abbattere i costi ed aumentare i profitti.

La casistica va dalla bettola ai migliori ristoranti delle guide turistiche. L’uomo in divisa, il politico come lo sfigato, hanno un senso della morale uguale, anzi, diciamolo, chi ambisce al potere ha in genere l’anima più sporca di natura.

In genere quando le aziende sono grosse, come la Parmalat, la Coop, o il marchio è prestigioso come il Grana… le autorità di polizia silenziano le truffe e la popolazione viene avvelenata sotto gli occhi di tutti.

Noi abbiamo la possibilità di dirvi questo perchè non temiamo denuncie e oscuramenti. Sappiamo che nella nostra società essere dei diffamatori ed essere censurati vuol dire aver detto la verità, perchè viviamo sotto un regime come quello Iraniano.

Sentiamo il dovere di informare la popolazione su una truffa quotidiana, su un avvelenamento giornaliero che gente senza scrupoli in un mercato drogato e degenerato continua a fare. Vi invitiamo a denunciare immediatamente ogni qualvolta vediate delle stranezze nel cibo o vi sentite male. Parlatene, scrivetelo su blog e non abbiate paura. Le autorità italiane silenziano e ne parlano solo quando si tratta di cinesi o albanesi, ma mai quando si tratta di pestare i piedi ai grandi marchi e nommi della distribuzione e produzione alimentare: Grana, Parmalat, Coop……..

468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement