Pages Navigation Menu

Indipendenza!

L’ULTIMA PARATA

L’ULTIMA PARATA


Non si tratta di un incontro di calcio, si tratta di una sfilata militare. Le strade spettrali, vuote senza pubblico con i militari che sfilano quasi ci fosse un coprifuoco. E’ finita, l’italia è finalmente morta.  A Roma la parata militare è andata deserta, c’erano più militari (4500) che sfilavano che spettatori. Considerando che roma ha 5 milioni di persone vuol dire che solo 1 millesimo, cioè uno su mille, è andato a vedere questa scena pietosa. Anzi possiamo dire che quei 4000 che hanno guardato la parata èrano li solo perchè bloccati dai transennamenti o reno familiari.

E’ finita, l’Italia è morta, dopo 20 anni di irrorazione nazionalista non ci crede più nessuno. Doveva già finire 20 anni fà, ma adesso è tutto chiaro, l’italai è cadavere. I parà e berslieri che cantano inni alla guerra e vittoria sono ridicoli agli occhi di una modernità fatta di popoli e senza confini. I negozi erano tutti aperti, la gente se ne è strafregata; non potevano farlo i sindaci obbligati dai prefetti a celebrare, così si sono inventati feste della mortadella e balletti country mescolati alla celebrazione. Si tratta di un modo per portare gente in piazze deserte. Per le strade anche nelle colonnie (Sardegna, Veneto, Sicilia..) le uniche bandiere erano quelle messe dai preti e dai carabinieri. La gente non ne vuole più sapere. Come si fa a sventolare la bandiera del privilegio? Ormai è chiaro, da Siracusa a Bolzano, da Trieste ad Aosta, l’italia non la vuole più nessuno. Col 2 giugno 2012 si conclude la repubblica italiana, era l’ultima sfilata pagliaccia di un branco di politici privilegiati ed i loro bulldogs.

468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement