Pages Navigation Menu

PALCOSCENICO POLITICO ITALIANO PREVISIONE

PALCOSCENICO POLITICO ITALIANO PREVISIONE

pinocchio comencini

 

Lo sapete quanto costa comperare il voto di un parlamentare?

Ma che cazzo di domanda è?

E’ una domanda con una risposta precisa, esiste una borsa dei voti parlamentari. Il prezzo di mercato per comperarsi i voti di un parlamentare è di circa 350.000 euri.

E quanto costa comperare un parlamentare? Anche questa è una domanda lecita. Un parlamentare che cambia schieramento e accetta un nuovo padrone costa pressapoco l’equivalente di 5-10 milioni di euri!

Il prezzo varia dalla necessità dell’una e dell’altra parte.

In pràtica se i magnifici 7 (Berlusconi, Bersani, Monti, Casini, Ingroia, Vendola, Maroni) e i loro amici di partito, volessero comperarsi i parlamentari Grillini dovrebbero mettere a disposizione un budget di 250-500 milioni di euri. Tutto sommato si tratta di una cifra ridicola rispetto agli interessi in gioco. Pensate che quando l’esercito italiano fa appalti o commesse, le mazzette per i colonnelli e generali italiani si aggirano sull’ordine del 20%. Per esempio, per ogni aereo che lo stato italiano compera dal Pentagono, i generali e affini di tutti i corpi d’armata (carabinieri, marina, aviazione, esercito) si mettono nel taschino 30 milioni di euro, che vanno poi moltiplicati per 150 aerei, che in totale fa 4500 milioni di euro di mazzette.

Di fronte a queste cifre, che cazzo volete che siano 250-500 milioni di euro da dare a quattro sfigati senza un soldo che sono stati eletti nelle liste di Grillo? Gente così perde la testa per molto meno.

Ma non è finita, a Roma con il supporto e silenzio dei soliti militari e polizia, i neosenatori e deputati di Grillo si possono fare non solo le canne, ma la coca che il Sismi fornisce quotidianamente nelle discoteche e nightclub, assieme alle troie e all’infinita possibilità di arricchimento attraverso appalti truccati. Tutto monitorato, tutto registrato per poi ricattare e pilotare. Sei senatore? Fatti le troie e la coca senza problemi, ma mi raccomando non rompere i coglioni!

Queste cose non succedono solo a Roma, ma anche in Veneto, è come fare il governatore o il ministro, è la stessa cosa, è tutto intercambiabile.

Ecco la fine di Grillo.

Da una parte i media di regime faranno di tutto per sputtanarlo lui e i suoi eletti, dall’altra Roma attuerà la vecchia tattica della corruzione. Non inporta se i Grillini sono finocchi, gli daranno dei bei giovinotti, e se sono pedofili gli daranno anche i bambini. Non esiste limite alla corruzione italiana.

 

468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement