Pages Navigation Menu

Indipendenza!

UKRAINA: COME I GIORNALI OCCIDENTALI MANIPOLANO LA REALTÀ

UKRAINA: COME I GIORNALI OCCIDENTALI MANIPOLANO LA REALTÀ

 

kiev

Prima i fatti:

-Nell’autunno del 2013 personaggi politici di spicco della politica Usa vengono fotografati a Kiev assieme ai leaders dei partiti di opposizione e nazionalisti. Vengono anche effettuate intercettazioni telefoniche in cui i massimi vertici della segreteria di stato Usa impartiscono direttive a questi leaders dell’opposizione.

-Nell’inverno del 2014 a Kiev, dei cecchini e uomini mascherati iniziano ad uccidere a caso fra la popolazione civile e la polizia. Si tratta di squadroni della morte filonazisti che supportano il golpe ed uccidono al fine di colpevolizzare il governo.

Il presidente ed il governo Ukraino (eletto democraticamente) viene abbattuto con un golpe militare.

-Si insedia un governo golpista che emana una serie di leggi che restringono e violano i diritti della popolazione di lingua Russa che si trova nelle regioni dell’est dell’Ukraina.

-In Crimea viene fatto un referendum per l’indipendenza e successivamente per federarsi con la Federazione Russa. Oltre il 90% votano a favore e la Crimea diventa stato indipendente, cessando di essere regione sotto dominazione Ukraina.

-Donetsk e Lugansk fanno lo stesso ed indicono e fanno i referendum per l’indipendenza. Da Kiev arrivano militari e poliziotti che iniziano massacri vergognosi contro la popolazione civile. A Odessa vengono bruciate vive 50 persone, si scopre che la polizia Ukraina ed esercito sono responsabili (foto e video inchiodano i responsabili).

-In questi giorni la popolazione dell’ukraina viene chiamata a votare un presidente della repubblica di un governo golpista che dirige lo stato.

Adesso passiamo alla stampa occidentale, quella italiana, quella francese, quella tedesca, quella usa e vediamo come descrivono gli eventi:

-La popolazione di etnia e lingua Russa viene chiamata: “ribelli filo Russi”, “rivoltosi filorussi”, “milizie filorusse”….. Questi termini non vengono adoperati invece per gli squadroni della morte che stanno compiendo vere e proprie stragi fra la popolazione di lingua ed etnia Russa!

-Si nasconde che a Kiev comanda un governo golpista mai eletto!

-Si nasconde che questo governo golpista di Kiev è finanziato ed armato dagli Usa e dalla Nato.

-Si nasconde che la Crimea, Donetsk e lugansk, hanno effettuato un percorso democratico referendario onorando le leggi internazionali e la carta dei diritti dell’uomo!

-Si nasconde che polizia, esercito comandato da Kiev è composto e supporta squadre naziste Ukraine che seminano terrore fra la popolazione. Video e registrazioni dimostrano inequivocabilmente che polizia ed esercito di Kiev si sta macchiando di crimini.

-Si nasconde che gli Usa hanno messo sul tavolo l’entrata in Europa dell’Ukraina per l’installazione di basi militari Usa e Nato sul territorio Ukraino! Questo piano si riallaccia all’operazione di accerchiamento della Russia e della Cina che gli Usa volevano attuare. la Georgia e la Siria sono anch’esse parte di questo programma che però sta fallendo.

-La Russia e Putin vengono demonizzati scaricando su di loro le colpe invece di Usa ed Europa.

-Si nasconde che molti cittadini Russi ed aziende Russe in Europa sono state spogliate di tutto a causa delle sanzioni contro Mosca.

-La stampa Nato non vi dice che gli stati del Brics (4.5 miliardi di persone) hanno preso un altra strada e gli Usa e l’economia Europea ne pagheranno le conseguenze.

-La stampa Nato presenta l’elezione presidenziale di un governo golpista come legittima, e descrivendo chi boicotta questa farsa elettorale come ribelle, come guerrigliero…

L’opera di manipolazione della realtà che la stampa occidentale fa è ignobile. I nostri giornalisti e reporter e molti altri vengono sistematicamnete censurati dalla stampa filo Nato, dalle testate come Repubblica, come il Corriere della Sera, il Gazzettino.

kiev democracy

 

468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement