Pages Navigation Menu

Indipendenza!

LEGA NORD INFAMI: ZAIA, TOSI SAPEVANO

LEGA NORD INFAMI: ZAIA, TOSI SAPEVANO

 

luca-zaia-LUCA-ZAIA-VENETO-regione-lega-nord zaia

Siamo nell’anno 2000, Umberto Bossi e famiglia con altri intimi fondatori della Lega Nord sono davanti al notaio il quale ha davanti un assegno di 70 miliardi di lire, circa 35 milioni di euri di oggi. Bossi uscirà dalla stanza con 40 miliardi in tasca che diventano patrimonio di famiglia. Quel giorno firmano la vendita della Lega Nord a Silvio Berlusconi. L’accordo verrà tenuto segreto ai militanti di base ed ancor oggi nascosto. I leaders come Roberto Maroni, come Luca Zaia, come Flavio Tosi sano tutto, ma non ne parlano, censurano, e intanto incassano stipendi e rimborsi prendendo in giro i militanti. Per capire quanto farabbutti sono questi personaggi, cerchiamo di capire quali condizioni ed implicazioni ha ed ha avuto quelll’atto di vendita della lega Nord a Silvio Berlusconi.

1)Silvio Berlusconi diventa proprietario della Lega Nord e della Liga Veneta. Diventa proprietario dei simboli elettorali e del nome.

2)Concede l’uso gratuito a Bossi e banda a delle condizioni tutt’oggi ancora nascoste al pubblico:

a)La parola “secessione” ed “indipendenza” debbono sparire dal linguaggio ufficiale. Deve essere eliminato qualsiasi riferimento alla creazione di uno stato indipendente che possa mettere in discussione i confini dello stato italiano.

Adesso diventa chiaro il perchè le parole secessione, independenza spariscono completamente ed inizia la presa per il culo del federalismo, della devolution……

b)Bossi e banda potranno godere pienamente degli stipendi e rimborsi elettorali senza nulla dovere a Berlusconi.

Con questo atto notarile la Lega Nord e Liga Veneta, venivano comperati dall’Italia e milioni di volontari in tutto il nord est traditi.

Luca Zaia sapeva ed ha taciuto, Flavio Tosi sapeva e ha taciuto, perchè le fette di potere da gestire ed i lauti profitti attraverso il controllo di strade, autostrade, tangentiali, appalti, sanità, cooperative, società di servizi, consigli di amministrazione di banche, sono grosse. Non parliamo poi degli stipendi da cariche multiple.

Ecco la vergognosa ed infame verità che caratterizza i capi del Veneto che hanno preso per il culo un popolo per 20 anni. Loro sono ricchi mentre quando entrarono in politica erano dei pezzenti, mentre noi eravamo ricchi quando oggi invece, noi siamo disperati, ma abbiamo trovato la forza di combattere fino in fondo e capire che sono proprio questi ceffi bugiardi e ladri i veri nemici del Veneto.

Diffondete questo articolo, è il miglior modo di fargliela pagare.

 

468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LAVORIAMO PER TE, AIUTACI AIUTATI
advertisement